L’anima buffa di Gaetano Donizetti

“E siccome gufo presi il mio volo, portando a me stesso or tristo or felice presagio”. Lo scriveva Donizetti al maestro Mayr, al culmine della sua carriera (lettera del 15 luglio 1843). Nell’opera donizettiana, anima tragica e anima buffa si mescolano e si alternano, proprio come nella vicenda di ogni uomo. Lo testimoniano le sue oltre settanta opere. Scegliendo tra titoli immortali e altri assai meno noti il percorso narrativo musicale offre una serie di lieti scorci, spigolature di quel “volo” che ha segnato la storia della musica. Il progetto è stato realizzato dal quintetto nel 2017 con il patrocinio della Fondazione Donizetti. Durante il “concerto-narrazione” viene creato un filo conduttore, tra musica e parola, che guida il pubblico alla scoperta dei grandi capolavori del compositore bergamasco.

In Donizetti’s works, tragic and funny soul are mixed and alternated, just like in every man’s story. His more than seventy works confirm this. Choosing between immortal and other less well-known titles the musical narrative path offers a series of happy glimpses, gleanings of that “flight” that has marked the history of music. The project was carried out by “Orobie” in 2017 under the patronage of the Donizetti Foundation. During the concert a common thread is created, between music and word, which guides the audience to discover the great masterpieces of the composer.